Visual Content: immagini e parole nel web

web marketing
WEB MARKETING: vale la pena per le aziende investire nel web?
31 Gennaio 2014
piano web marketing
PIANO DI WEB MARKETING: come farlo?
23 Settembre 2014
Show all

Visual Content: immagini e parole nel web

immagine-visual-web

Mai come in questo periodo le immagini stanno prendendo il sopravvento sulle parole. Ne sono la prova la nascita di Social Network come Pinterest, Instagram che utilizzano le immagini per comunicare. E’ un modo diverso di comunicare, più forte e incisivo già entrato nel nostro quotidiano. Usiamo lo smartphone per fotografare qualsiasi cosa. Spesso per ricordarci di un avviso che magari troviamo affisso sulla porta del medico, lo fotografiamo. Così velocemente lo “archiviamo” e possiamo addirittura condividerlo in modo veloce con amici, familiari, conoscenti. O più semplicemente una frase scritta su un muro, un tramonto, un piatto prelibato lo fotografiamo e la condividiamo sui social network. Pubblichiamo la foto con una “didascalia” e un bel #mipiacitu #happy #tramonto #verona L’uso dell’hashtag (l’ex cancelletto) sta rivoluzionando il concetto di parole e frasi. Quasi come ci sia uno sforzo di fare diventare le parole un simbolo.

Con internet e i social network ci sono molteplici punti di contatto con l’utente finale e come sfruttare l’evoluzione dei nuovi media? L’azienda deve raccontarsi, generare contenuti, far vivere un’esperienza al proprio consumatore. Con i social si ha un punto di contatto forte con l’utente, con il singolo. Si crea interazione e relazione.

Leggevo che abbiamo 3 secondi di tempo per scegliere o al contrario farci scegliere sul web. Considerando che internet oramai è sovraccarico di informazioni, come farsi ricordare? (Alcune risposte le possiamo trovare in un mio articolo Farsi notare in un mondo tutto marrone )  Per fare breccia nel caos e far veicolare il messaggio bisogna creare contenuti interessanti, anzi utili ed esteticamente piacevoli.

La rapida crescita di utenti di siti foto-centrici come Instagram e Pinterest, e la ri-progettazione di Facebook centralizzata sulla visualizzazione delle foto, sono due indicatori che portano a considerare un maggior impatto di contenuti visivi sui consumatori: si ha la possibilità di trasmettere un’idea e ottenere una risposta emotiva veloce. “Anche la nostra ricerca dimostra che le foto generano il 53% in più di “mi piace” rispetto ad un post medio.
Se desiderate creare creare contenuti di qualità ovvero foto, immagini, tabelle, grafici, infografiche e altre rappresentazioni visive è bene continuare a informarsi per raccogliere suggerimenti, e formarsi per avere nozioni di base di progettazione grafica e saper usare strumenti per produrre contenuti.” Questi i suggerimenti degli autori di Hubspot , in altre parole puntare tutto sul visual content.

Creare contenuti semplici. Qual è la forza della semplicità? “Semplice può essere più difficile che complesso. Devi lavorare duro per rendere le cose semplici. Ma alla fine ne vale la pena perché una volta che l’hai fatto, puoi smuovere le montagne”. questo è quello che diceva Steve Jobs e quello che ha sempre fatto nei suoi prodotti, semplificare per rendere intuitivo e facile l’uso dei prodotti e servizi Apple. 

Per riassumere concludo con una frase sempre di Steve Jobs: “Be’, se dobbiamo fare delle cose nella nostra vita,tanto vale farle belle.”

Ho preparato un workshop, dove affronteremo in modo pratico questi argomenti. Ti aspetto il 27 e 30 ottobre. Per maggiori informazioni sul workshop vai <qui>

__

photo credit: fred baby via photopin cc

___
Ti piace questo articolo? condividilo con i tuoi amici/colleghi! grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *