PIANO DI WEB MARKETING: come farlo?

immagine-visual-web
Visual Content: immagini e parole nel web
2 Settembre 2014
design_chiara_danese
Perché il design è così importante per l’azienda
22 Ottobre 2014
Show all

PIANO DI WEB MARKETING: come farlo?

piano web marketing

Perché un piano di web marketing?

Perché qualsiasi sia la tua attività e se stai comunicando sul web un piano d’azione sulle attività online è sempre da fare. In cosa consiste un piano di web marketing?

Ho strutturato un piano, rielaborando informazioni prese durante alcuni corsi di aggiornamento e dalla mia personale esperienza. Chiave di un piano ben costruito e il perno delle attività su internet è il sito internet. Ma andiamo con calma. Come mettere insieme tutte le informazioni?

Di seguito i punti per elaborare un attività online ben strutturata:

1 | EXECUTIVE SUMMARY

E’ il riassunto di tutto quello che andremo a sviluppare nei prossimi punti. Se dovete relazionarvi con qualcuno, o presentare il vostro lavoro sarà un punto fondamentale per poter dare subito un’idea complessiva del lavoro.

2 | ANALISI DELLA SITUAZIONE

In questa fase dobbiamo capire chi siamo, qual è il mercato di riferimento, capire gli scenari attuali sempre considerando le attività che faremo online. Dobbiamo:

– descrivere la nostra azienda

– inquadrare l’offerta

– avere una panoramica del Mercato (scenario di settore, tendenze di mercato, dimensioni, trend, segmenti di mercato)

– definire la situazione competitiva (chi sono i concorrenti diretti e indiretti)

– definire la situazione distributiva / in particolare capire i mercati geografici di riferimento (questo ci serve per capire anche le strategie SEO)

– informazioni digital mix (quali sono i contenuti che dispone l’azienda – testi, video, immagini, foto, interviste, testimonianze, ricerche di settore, conoscenze, competenze, ecc. C’è una stagionalità nel business? Ci sono nel corso dell’anno iniziative aziendali (fiere, eventi, lancio di prodotti, ecc.) particolamente rilevanti? Altro di interessante?)

3 | ANALISI SWOT

In questa fase dobbiamo individuare i nostri punti di forza, le nostre debolezze, quali sono gli elementi che possono diventare un’opportunità e quali sono le minacce. Questo ci serve per capire i diversi fattori che potrebbero aiutarci oppure ostacolarci per raggiungere gli obiettivi.

A questo punto possiamo valutare la nostra situazione competitiva, cosa ci differenzia dai concorrenti? Qual è il nostro valore aggiunto?

4 | OBIETTIVI

– obiettivi di Business: obiettivi dati da una strategia aziendale

– obiettivi di Marketing: che potrebbero essere aumento della quota di mercato, aumento del portfolio clienti, riconoscibilità del brand, ecc.

– quali sono i risultati attesi dall’attività digitale? Che cosa vogliamo raggiungere?

5 | STRATEGIE DI WEB MARKETING

– definizione dei mercati Target, e soprattutto definizione dell’utente web. Soprattutto quando sviluppo il sito internet, identificare l’utente web ovvero la persona fisica che userà il sito è fondamentale per progettare i percorsi, la grafica e i contenuti.

– Posizionamento: dell’azienda e dei prodotti in un ottica web

– Contenuti: che contenuti servono? come produrli? in base a quali strategie?

– Sito Internet: è la base della nostra strategia online. Senza di lui non possiamo pensare di fare attività sui social network, newsletter e altro se non abbiamo un sito internet. Le attività on-line sono da pensare in funzione del sito.

– Web Marketing Mix, che strategia e attività intraprendo online? Posso fare:

SEM (Search Engine Marketing) = è il ramo del web marketing che si applica ai motori di ricerca si suddivide in:

SEO (Search Engine Optimization) ovvero le strategie di posizionamento organico del sito internet nei motori di ricerca e

SEA (Search Engine Advertising) che sono le attività di gestione di campagne di link a pagamento su siti e portali che maggiormente consentono di raggiungere il target d’impresa.

SMM (Search Media Marketing) = è quella branca del marketing che si occupa di generare visibilità su social media, comunità virtuali e aggregatori 2.0. si suddivide in:

SMO (Social Media Optimization) o chiamato anche “Social SEO” si riferisce all’uso di diversi social media per aumentare la brand awareness, ovvero il riconoscimento e la consapevolezza di un prodotto, un marchio o un evento e

SMA (Social Media Advertising) che sono le attività di pubblicità che si possono fare attraverso i social media.

DEM (Direct E-mail Marketing) utilizzo della posta elettronica come mezzo per inoltrare comunicazioni e offerte commerciali.

DISPLAY ADVERTISING utilizza spazi a pagamento all’interno di un contenuto di interesse dell’utente in cui promuovere un prodotto/servizio.

AFFILIATE MARKETING è la strategia che utilizza Amazon. Vi invito a leggere la definizione su wikipedia.

6 | BUDGET

Definiamo un budget per capire come e cosa poter fare.

7 | PLANNING ATTIVITA’

Pianifichiamo tutte le attività.

8 | CONTROLLO

Controlliamo e modifichiamo, se possibile in real time, le attività online che stiamo facendo.

 

Eccovi in pdf il piano di web marketing:

[wpdm_file id=6]

 

Le mie fonti ispiratrici: Rita Bonucchi, Miriam Bertoli, Alessandra Farabegoli, Antonietta Carollo, Storti Chiara Francesca

 

__

Ti piace questo articolo? condividilo con i tuoi amici/colleghi! grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *